I Mobili Ecocompatibili

I Marchi e le Etichette dei Mobili Ecologici

Le aziende produttrici di arredamento ecosostenibile sono tenute al rispetto di parametri vincolanti al fine di rispettare gli standard di qualità dei mobili ecologici, ai quali è anche associato uno specifico marchio.

Solo i mobili prodotti in maniera ecosostenibile possono, infatti, fregiarsi del marchio ANAB che fornisce certezze sulle tecniche di produzione a tutti gli acquirenti, i quali possono di conseguenza compiere scelte ragionate.

Restando in tema di certificazione, una sorta di bussola che orienta nel labirinto delle offerte, ricordiamo pure la sigla FSC, essenziale quando si parla di mobili ecologici. 

FSC è l'acronimo di Forest Stewardship Council, un'organizzazione che raggruppa enti ed associazioni impegnati nel rispetto della natura e nella tutela dei diritti dei popoli.

Il logo FSC posto su un mobile ne attesta la produzione realizzata con legni provenienti da foreste gestite nel rispetto dell'ecosistema e dei diritti delle popolazioni che vivono in quella determinata area.

Forse l'acquisto di mobili ecocompatibili non sarà sufficiente per fermare la deforestazione di alcune parti del pianeta, ma riposare su un divano o su un letto ecologico potrebbe farci sentire molto meglio. 

La scelta di comprare mobili e complementi d'arredo ecologici implica, infatti, l'adesione ad una filosofia che ricerca l'equilibrio con la natura, senza dimenticare la salubrità della casa e la ricercatezza degli arredi, sovente caratterizzati da design innovativi ed accattivanti.